Il rito per procura è stato trasmesso in streaming, rendendo possibile a Linda, sorella dello sposo, di essere presente addirittura dall’Australia. GUARDA LA FOTOGALLERY


CASACALENDA. Matrimonio singolare a Casacalenda: Fabrizio e Valentina hanno pronunciato il loro ‘Si’ in chiesa, davanti ad una testimone collegata via Skype dall’Australia. Possibile grazie all’istituto della procura, ma sicuramente grazie alle moderne tecnologie di streaming che tanto hanno segnato la nostra quotidianità nel 2020 da Covid-19.

Protagonista con gli sposi è stata Linda, sorella dello sposo, che da diversi anni vive in Australia nella città di Wangaratta, distante da Casacalenda ben 15828 km con un fuso orario di nove ore in avanti. Linda è impossibilitata a poter tornare in Italia in quando l’Australia è in lockdown: nessuno può entrare o uscire. Agli sposi è venuta allora un’idea: pensando al passato, quando ci si sposava per procura, prima di poter emigrare. Dall’idea si è passati ai fatti grazie a Skype: Casacalenda, servita con internet dal gestore locale Dimensione, ha visto ‘entrare’ via Skype l’Australia nella chiesa locale durante il rito del matrimonio celebrato da don Michele, subito disponibile alla novità.

Nel giorno del matrimonio, insieme agli sposi, la testimone della sposa Marina e la zia Rosalba – testimone per procura dello sposo – è ‘bastato’ un computer collegato in diretta da Wangaratta con la sorella Linda e il suo compagno, vestiti a festa ed emozionati più di tutti, che dal divano di casa hanno potuto assistere alla celebrazione del rito religioso del matrimonio degli sposi. Alla fine saluti e lacrime di gioia hanno reso ancora più speciale l’esperienza vissuta.

Francesco D’Imperio

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui e salva il contatto!