HomeNotizieCRONACAElettrodotto Gissi-Larino-Foggia, ricorso al presidente Mattarella

Elettrodotto Gissi-Larino-Foggia, ricorso al presidente Mattarella

A inoltrare l’istanza il Comune di Guglionesi, a tutela dei cittadini e del territorio


CAMPOBASSO. Ricorso straordinario al presidente della Repubblica Sergio Mattarella contro il Decreto Via del progetto Elettrodotto a 380 kV Gissi-Larino-Foggia della rete Terna. A formalizzarlo ill Comune di Guglionesi, guidato dal sindaco Antonio Tomei.

“Il problema dell’inquinamento elettromagnetico – questa la presa di posizione dell’ente – ha assunto nel corso degli ultimi anni un’importanza crescente destando interesse e preoccupazione circa i possibili effetti sulla salute e sull’ambiente. Pur consapevole della complessità della tematica, il Comune di Guglionesi ha deciso di intervenire a tutela dei cittadini e del territorio”.

Il passaggio dell’elettrodotto aereo a 380 kilowatt in doppia terna in Molise riguarda 11 Comuni (Rotello, Larino, Montorio nei Frentani, Mafalda, Portocannone, Ururi, San Martino in Pensilis, Guglionesi, Tavenna, Ururi e Montenero di Bisaccia) ma per ora solo Guglionesi ha intrapreso la strada del ricorso alla Presidenza della Repubblica contro il Decreto VIA di compatibilità ambientale del progetto ‘Elettrodotto a 380 kV Gissi-Larino-Foggia’, approvato l’8 settembre 2023.

“Intendiamo perseguire nei confronti dei cittadini e nel rispetto del ruolo di cui siamo investiti questa strada complessa e valutare tutte le possibili soluzioni auspicabili – specifica il Comune di Guglionesi – Si tratta di un’azione costruttiva e dovuta e in qualità di amministratori abbiamo il dovere di tutelare la salute dei cittadini, agendo in conformità dei principi costituzionali che sanciscono il mantenimento della salute ambientale e, dinnanzi a questo, le questioni politiche dovrebbero fare un passo indietro. Tuttavia, ribadiamo la nostra apertura al dialogo, sempre, nei confronti dei cittadini, ma chiediamo di non far passare questa azione come una manovra politica, per non distogliere l’obiettivo da quello che è realmente: il bene comune”.

spot_img
spot_img
spot_img

Più letti

Carnevale delle maschere zoomorfe, si comincia: arrivati a Isernia i gruppi...

Grande festa con gli oltre 300 figuranti pronti a portare per le vie della città suoni, musiche, canti e tutta la forza delle loro...