Denunciato dentista: lavorava senza autorizzazione. Chiuso il suo ambulatorio

Denunciato dentista: lavorava senza autorizzazione. Chiuso il suo ambulatorio

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Dai carabinieri del Nas di Campobasso, che hanno accertato la mancanza di alcuni requisiti previsti dalla legge regionale. Deferiti anche tre titolari di comunità alloggio per anziani


CAMPOBASSO. Medico odontoiatra deferito all'autorità giudiziaria, per aver esercitato l’attività di dentista senza avere l’autorizzazione sanitaria prevista dalla legge regionale 18/2008. La denuncia da parte dei carabinieri del Nas di Campobasso, nell’ambito di una serie di ispezioni effettuate presso strutture private che erogano servizi sanitari e socio-assistenziali (ambulatori medico/odontoiatrici, laboratori analisi, farmacie studi fisioterapici, case di riposo).

La violazione riscontrata dai Nas nei confronti del dentista, in servizio nell’area matesina, è relativa all’articolo 193 del Testo unico delle Leggi sanitarie. L’autorizzazione all’esercizio di attività sanitaria è subordinata al possesso di specifici requisiti organizzativi, strutturali e tecnologici che garantiscono la sicurezza delle prestazioni effettuate. A seguito di quanto riscontrato la Direzione generale per la Salute della Regione Molise ha disposto l’immediata sospensione dell’attività sanitaria e la chiusura dell’ambulatorio odontoiatrico.

Presso un centro medico privato di Campobasso i Nas hanno poi accertato la truffa perpetrata ai danni del Servizio Sanitario Nazionale da parte di un medico fisiatra in servizio presso un ospedale abruzzese, il quale nonostante percepisse sul proprio stipendio anche l’indennità di esclusività (che preclude l’attività libero professionale extra-moenia), effettuava visite private a pagamento.

Nella provincia di Isernia sono stati invece denunciati in stato di libertà tre titolari di comunità alloggio per anziani, per violazione all’articolo 109 del Testo unico delle Leggi di Pubblica sicurezza, poiché non hanno comunicato l’elenco degli ospiti alloggiati nelle strutture. Una delle tre comunità è stata chiusa, poiché priva di autorizzazione comunale e dei requisiti organizzativi e strutturali. Gli ospiti sono stati trasferiti in altre case per anziani.

I carabinieri del Nas la notte scorsa hanno anche ispezionato contemporaneamente gli ospedali civili di Campobasso, Isernia e Termoli, per verificare eventuali casi di assenteismo, carenze di organico di personale medico e infermieristico ed eventuali presenze di persone non autorizzate.

Non sono state accertate anomalie particolari, ma solo carenze di personale sanitario, rispetto ai parametri previsti dalla normativa regionale. Situazione che verrà segnalata ai competenti organi regionali e all’Asrem, per l’adozione di opportuni provvedimenti.

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale

Privacy Policy