Stati Uniti alla prova del 13: perché può essere una data cruciale

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

L'originale intreccio tra araldica, numeri e attualità politica


13 gennaio 2021. Per gli appassionati di araldica, la giornata di domani potrebbe essere una data simbolo per gli Stati Uniti d’America. A pochi giorni dall’assalto di Capitol Hill che ha scosso le coscienze democratiche di tutto il mondo occidentale e non solo, non si può escludere che anche domani possa accadere qualche evento destinato a passare alla storia – possibilmente in accezione positiva.

I Democratici hanno presentato ieri alla Camera la risoluzione di impeachment contro il presidente uscente Donald Trump, accusato formalmente di "incitamento all'insurrezione", come riporta il New York Times. Il piano del partito è di porlo ai voti domani, a una settimana dall'assalto al Congresso.

Preoccupate per gli annunci crescenti di proteste in vista dell'inaugurazione di Joe Biden il prossimo 20 gennaio, le autorità Usa hanno deciso di aumentare a 15mila le unità della Guardia Nazionale dispiegate a Washington, mentre ieri si è dimesso anche il segretario alla sicurezza nazionale Chad Wolf.

Come spiega infatti Pierluigi Russo, appassionato di araldica e storia, il numero 13 è una cifra dal significato simbolico importante, nella storia degli Stati Uniti. Guardando allo stemma del Paese, si vede come quello degli Usa sia composto da due parti: un diritto e un rovescio. Il disegno presente sul diritto viene usato come ‘vero’ stemma nazionale degli Stati Uniti d'America e rappresentata un'aquila dalla testa bianca (conosciuta anche come aquila calva), con le ali aperte, che porta sul petto uno scudo simile alla bandiera statunitense, con un capo azzurro senza stelle e con tredici pali bianchi e rossi. L'aquila stringe nel suo artiglio sinistro tredici frecce e in quello destro un ramo d'ulivo: la presenza di entrambi questi elementi intende significare che gli Stati Uniti hanno un forte desiderio di pace (il ramo d'ulivo), ma saranno sempre pronti alla guerra (le frecce). E il numero 13 non è casuale di certo, poiché fa riferimento alle tredici colonie che nel 1776 proclamarono la Dichiarazione di indipendenza degli Stati Uniti. Di esse, la tredicesima indica la Georgia, lo Stato risultato decisivo per la vittoria dei Democratici dopo i due ballottaggi di pochi giorni fa. Sopra la testa del rapace appare una gloria con tredici stelle bianche in campo azzurro, disposte in maniera tale da formare una stella a sei raggi.

stemma usa 1Ma il numero 13 è presente anche sul rovescio dello stemma: si tratta di una piramide incompleta, composta appunto di tredici gradoni (sempre con riferimento agli Stati fondatori) e sovrastata da un occhio della Provvidenza.

Da notare anche che il mercoledì, ‘Mercuri dies’, il giorno di Mercurio, è particolarmente adatto alla ricerca di informazioni, ma anche ai riti che richiedono una veloce trasformazione. Mentre il 13 è un numero che rompe la legge dell’equilibrio: esso indica l’interruzione della ciclicità, obbligando a una trasformazione radicale. Un cambiamento drastico, dunque, che può essere sia in positivo che in negativo.

Vedremo.

 

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui e salva il contatto!

Change privacy settings