Ora è ufficiale: derby Agnone-Isernia sul campo di Trivento a porte chiuse e alle ore 14

Ora è ufficiale: derby Agnone-Isernia sul campo di Trivento a porte chiuse e alle ore 14

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

La Lnd ha 'bocciato' la nuova istanza dell'Olympia supportata da una nota della Questura di Campobasso stabilendo che la gara con i biancocelesti debba giocarsi all'Acquasantianni. Partita senza tifosi e anticipata di mezzora. Società e supporter amareggiati. Sul fronte mercato oggi Lenoci firma con i pentri


di Valentina Ciarlante

ISERNIA. Niente da fare per la giornata di sport di cui società e tifoserie di Agnonese e Isernia speravano di essere protagoniste. Il derby tra i granata e i biancocelesti valevole per la 16esima del campionato di serie D si giocherà a porte chiuse a Trivento, per motivi di ordine pubblico. Inoltre la partita sarà anticipata di mezzora rispetto all'orario previsto, di conseguenza il fischio d'inizio ci sarà alle ore 14. Nelle scorse ore c'era stato un estremo tentativo da parte del presidente Marco Colaizzo di disputare il match su un altro campo. A seguito di una riunione in Questura, a Campobasso, si era deciso di inoltrare una nuova istanza alla Lega per chiedere l'ok al Lancellotta di Isernia. Nella tarda mattinata di oggi però, con una nota ufficiale, la Lnd ha disposto che la partita si giochi sul terreno di gioco dell'Acquasantianni di Trivento, impianto indicato dall'Agnonese per le partite casalinghe, a causa dei lavori in corso al Civitelle.
Evidentemente, come riportato all'inizio della settimana in corso, la Federazione non può consentire che due gare tra le medesime squadre si giochino sullo stesso campo e questo nonostante l'Olympia si fosse detta disponibile a 'giocare in casa', quindi a non chiedere l'inversione di campo al club pentro.
Come anticipato nei giorni scorsi, lo stadio di Trivento presenta una serie di criticità che non permettono un afflusso di spettatori importante, da qui l'ordinanza che vieta l'ingresso ai supporter di entrambe le squadre.

"Noi siamo concentrati sulla partita quindi eravamo pronti a tutto - il commento di Piero Biscotti, vicepresidente dell'Isernia Fc -. C'era stata l'ipotesi di giocare al Lancellotta e noi avevamo dato la disponibilità. Dispiace, perché sarebbe stata un'ulteriore giornata di sport. Non siamo felici di questa scelta ma non possiamo andare contro decisioni relative all'ordine pubblico e alla sicurezza perché non ci compete".

MERCATO. Entrambi i club sono molto attivi sul mercato. Sul fronte isernino si stanno per chiudere due trattative importanti. La prima è quella che porta al tesseramento del difensore ex Campobasso Nicolas Lenoci. Centrale che si adatta anche al ruolo di esterno, ex capitano della Primavera del Bari. Il 22enne pugliese arriva dal Gravina e si sta allenando già da qualche giorno con i pentri. Nel pomeriggio firmerà il suo accordo con l'Isernia Fc.
Lavora da due giorni col gruppo guidato da mister Silva anche Antonio Schena, prima punta classe '99, originario di Taranto finora ha ben impressionato staff e dirigenza e nelle prossime ore potrebbe arrivare l'ufficialità sul suo ingaggio.

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI emetti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale

Privacy Policy