Pareggio amaro per l’Isernia, con la Savignanese finisce 1 a 1

Pareggio amaro per l’Isernia, con la Savignanese finisce 1 a 1

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

I pentri, in vantaggio con Petitti al 20’, sono stati raggiunti a inizio ripresa dai romagnoli, in rete con Noschese. Sul finale di partita Romano è stato atterrato in area, ma l’arbitro non ha concesso il rigore, facendo esplodere le proteste di tutto il Lancellotta. Delusione da smaltire in fretta: mercoledì arriva il Forlì.
“Mi consolano solo i risultati delle dirette concorrenti”, lo sfodo di Silva (GUARDA LA VIDEOINTERVISTA)


 

Di Valentina Ciarlante

ISERNIA. Al termine della 24esima stagionale la salvezza diretta dista un punto per l’Isernia Fc. Tutto è ancora possibile, ma la giornata di oggi ha ‘insegnato’ ai biancocelesti che bisogna sempre restare sul pezzo.
Con la Savignanese è arrivato il quinto risultato utile consecutivo, eppure è impossibile non guardare la classifica, anche se manca da giocare ancora una buona parte del girone di ritorno. In più è difficile, per atleti e staff, digerire l’ennesima delusione. La rabbia è tutta in quel rigore non concesso sul finale di gara dopo l’atterramento di Romano. Il direttore di gara non c’ha pensato due volte a estrarre il giallo all’indirizzo dell’attaccante pentro, ma per molti il fallo era netto. Restano comunque la buona prestazione, soprattutto del primo tempo, e i risultati delle dirette concorrenti. Del resto quando la Savignanese ha iniziato a giocare si è notato il gap tecnico, che viene rispecchiato dalla posizione in graduatoria. La fisicità di Manuzzi e compagni era stata ben ‘ingabbiata’ da centrocampo e difesa di casa nei primi 45 minuti, ma quando è subentrata la stanchezza (a cui il tecnico ha cercato di sopperire con i cinque cambi a disposizione), il livello d'intensità dell’Isernia è inevitabilmente calato. La retroguardia però ha retto bene per tutta la partita, evitando che le bocche di fuoco dei romagnoli espugnassero il Lancellotta.
Al termine del match Silva ha mostrato tutta la sua amarezza, ma domani tornerà a caricare i suoi, perché mercoledì arriva il Forlì. Un’altra romagnola che ha 23 punti proprio come l’Isernia.

GUARDA LA VIDEOINTERVISTA

Il tabellino

ISERNIA FC 1
SAVIGNANESE 1

ISERNIA: Tano, Lenoci (77’ Marino), Capuozzo (81’ Marzio), Frabotta, Di Lonardo, Cacic, Maresca (53’ Ciccone), Fazio, Schena, Iaboni (68’ Mandolfo), Petitti (65’ Romano)
Allenatore: Massimo Silva
SAVIGNANESE: Dell’Ara, Guidi, Succi, Brighi, Longobardi, Peluso (80’ Ballardini), Noschese, Vandi, Giacobbi, Manuzzi, Rossi
Allenatore: Oscar Farneti
Arbitro: Giorgio Di Cicco di Lanciano
Assistenti: Danilo Giacomini di Viterbo e Niroy Emilio Gookooluk di Civitavecchia
Reti: 22’ Petitti (I), 47’ Noschese (S),
Note: ammonito Schena (I), Romano (I)

LA CRONACA. Silva ripropone la formazione che sette giorni fa ha vinto col Santarcangelo e sposta al centro della difesa Lenoci. In attacco confermato il trio Schena, Iaboni, Petitti. Mister Farneti invece inserisce da subito Longobardi e Manuzzi. I romagnoli partono bene con due tiri da fuori area, che si spengono in cielo, e un colpo di testa che termina in angolo.
L’Isernia prende campo e al 20’ ci prova Fazio. Il capitano raccoglie il passaggio dalla sinistra, tira al volo, ma la sfera finisce sopra la traversa. Dopo due giri di lancette arriva il gol. Maresca si accentra e trova Petitti sulla destra. Il piccolo attaccanteraccoglie l’assist e segna di testa. Dopo aver siglato l’1 a 0, il numero 11 di casa si inserisce nell’area piccola e non riesce a cogliere l’attimo: l’estremo ospite agguanta il pallone prima che del tapin vincente. La Savignanese cerca il pareggio e sul finale guadagna una serie di calci d’angolo sui cui è attenta la difesa di casa.
Non c’è nemmeno il tempo di riprendere i giochi che i romagnoli siglano l’1 a 1. Al 47’ Noschese insacca il suo tiro nell’angolo alla sinistra di Tano, concludendo in rete una bella triangolazione con i compagni. Pare la girandola di cambi da parte di Massimo Silva (per la prima volta in stagione li sfrutterà tutti e cinque), che vuole far rifiatare gli atleti più stanchi,
Al 72’ Romano, subentrato a Petitti, porta palla a fondo campo, lancia per Fazio che è pochi passi dal portiere, ma la palla si spegne oltre la linea. Al 75’ contropiede Isernia. Schena intercetta un buon pallone sulla destra e trova Romano, ma il portiere lo anticipa. La Savignanese mostra un buon gioco e si fa letteralmente murare un paio di occasioni da Cacic, sempre in buona posizione. Pericolo all’88 quando Manuzzi approfitta di una disattenzione e si invola verso l’area. Tano esce dall’area e interviene sul pallone, evitando il gol. Sul finale di partita l’episodio che farà discutere. Romano corre verso la porta e viene atterrato in area. L’attaccante e tutta la squadra reclamano il rigore, ma l’arbitro lo ammonisce per simulazione.
Finisce così, tra le recriminazioni dello staff e dei tifosi di casa e con una quasi rissa tra Tano e Noschese. Tra i due avversari c’erano già state scintille durante il match.

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale

Privacy Policy