Isernia e provincia, blitz antidroga dei carabinieri: un arresto e tre denunce

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Intensificati i controlli nei luoghi a rischio, compresi i centri d’accoglienza: tre nordafricani portati in Caserma. A Venafro finisce in manette un 17enne del posto per spaccio


ISERNIA. Il cane pastore tedesco ‘Nox’ ha fiutato la droga: oltre sessanta grammi di marijuana. Ed ecco che tre giovani richiedenti asilo nordafricani - di 21, 23 e 30 anni – sono stati dapprima portati in Caserma e poi denunciati all’Autorità Giudiziaria per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio. Avevano con sé anche banconote per un centinaio di euro, ritenute provento dell’attività illecita. Denaro che, unitamente alla droga, è finito sotto sequestro. Questo l’esito dei controlli straordinari a tappeto eseguiti dai carabinieri presso la villa comunale di Isernia, il monumento dei caduti, lo scalo ferroviario e altri obiettivi a rischio della provincia, così come disposto in sede di comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica presieduto dal Prefetto Fernando Guida. Le attività sono state condotte dai militari della locale Stazione, dal Nucleo Operativo e Radiomobile, dal personale del Nucleo Investigativo e da Unità Cinofile antidroga dell’Arma. Perquisizioni sono state eseguite anche presso alcuni centri di accoglienza temporanea del capoluogo.

A Venafro, invece, è scattato l’arresto. Un 17enne del posto è finito in manette perché trovato in possesso di un panetto e di alcune dosi di hashish, per un peso complessivo di circa centosettanta grammi, nonché di denaro contante per un totale di oltre tremilasettecento euro. Anche in questo caso la droga rinvenuta è stata sottoposta a sequestro insieme al presunto ricavato dell’attività di spaccio. Il ragazzo è stato fermato dai carabinieri del Nor alla stazione di Venafro. Ed ora è stato trasferito presso il carcere minorile dell’Aquila con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Tali operazioni, come già avvenuto nei giorni scorsi e nella serata di ieri - assicurano i Carabinieri – proseguiranno e i controlli saranno estesi anche alle adiacenze degli istituti scolastici e dei luoghi frequentati dai più giovani.