Otto mesi prima della scadenza naturale del mandato, fissata al 31 ottobre prossimo. L’addio comunicato durante la cerimonia di inaugurazione dell’Anno Accademico


CAMPOBASSO. Con qualche mese di anticipo sulla scadenza di mandato (fissata al 31 ottobre prossimo), il Magnifico Rettore dell’Università degli Studi del Molise ha comunicato alla platea presente oggi nell’Aula Magna di aver inoltrato al Ministro Bonisoli la domanda di dimissioni, con decorrenza dal primo marzo prossimo.

Gianmaria Palmieri ha atteso l’inaugurazione dell’Anno Accademico, slittata più volte a causa della indisponibilità del vicepremier Di Maio (che avrebbe dovuto essere l’ospite d’onore dell’ateneo molisano) per annunciare il suo addio alla carica di vertice nell’ateneo molisano che guida dal primo novembre del 2013.

Un curriculum di spessore e un percorso professionale e politico vissuto sempre in prima fila: professore ordinario di Diritto Commerciale, avvocato cassazionista (dal 2010), iscritto all’Ordine degli Avvocati di Napoli dal 1996, dal 2008 al 2013 è componente del Consiglio Giudiziario costituito presso la Corte di Appello di Campobasso. Dal 2009 al 2011 svolge le funzioni di Commissario Giudiziale in Procedura Concorsuale di grande impresa in crisi. Dal marzo 2016 è Coordinatore della Commissione Biblioteche della Conferenza dei Rettori Italiani (CRUI) e dal 2018 è Componente dell’Arbitro Bancario e Finanziario (ABF) del Collegio di Napoli.

La sua carriera, in Molise, inizia 19 anni fa: prende servizio nell’ateneo molisano nel novembre del 2000 come Professore Associato di Diritto Commerciale nella Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi del Molise e nel 2001 come Professore Straordinario; dal novembre 2004 è Professore Ordinario di Diritto Commerciale nell’Università degli Studi del Molise (Dipartimento Giuridico). Nel 2005 diventa direttore della Scuola di Specializzazione per le Professioni legali della stessa Università molisana di cui è stato anche Consigliere di Amministrazione dal 2003 al 2005. Dal 2005 al 2013 ricopre il ruolo di preside della Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi del Molise e poi di direttore del Dipartimento Giuridico del medesimo Ateneo. Nel 2016 viene insignito a Napoli del Premio Pontano per la ricerca scientifica e a Campobasso del Premio San Giorgio, conferitogli dal Centro Molisano di Cultura. Dal 2016 al 2017 è  componente  el Consiglio Generale della Fondazione Banco di Napoli.

Nello scorso anno, con una ‘mossa a sorpresa’ il rettore Palmieri scende nell’agone politico candidandosi alle Politiche con Leu (Liberi e Uguali) per un seggio al Senato (poi attribuito alla ‘collega’ Occhionero per il meccanismo di attribuzione dei resti). Una candidatura ‘dalla parte degli ultimi’ che suscita non poche polemiche, stante le invocate dimissioni dal suo ruolo di prestigio sollecitate da più parti.

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti “mi piace” al nostro gruppo ufficiale https://www.facebook.com/groups/522762711406350/