HomeNotizieCULTURA & SPETTACOLIPari Comunicazioni, Felice: in rete il patrimonio di esperienze acquisite col progetto

Pari Comunicazioni, Felice: in rete il patrimonio di esperienze acquisite col progetto

Oggi l’evento conclusivo, in occasione della Festa dell’8 marzo. A promuovere l’iniziativa il Comune di Campobasso e il Dipartimento pari opportunità della presidenza del Consiglio dei Ministri


CAMPOBASSO. “Il progetto Pari Comunicazioni ha prodotto un patrimonio di esperienze messe in rete a favore della parità di genere”. Questo il commento dell’assessore alle Pari opportunità del Comune di Campobasso, Paola Felice, al termine dell’evento conclusivo del progetto che ha impegnato gli alunni di diverse scuole della città e che si è svolto nel giorno della Festa della donna, promosso dal Comune di Campobasso e dal Dipartimento Pari opportunità della presidenza del Consiglio dei Ministri.

L’evento, svolto in modalità online come oramai avviene di consuetudine in questo periodo pandemico, è stato trasmesso in diretta sui canali social delle diverse associazioni coinvolte nel progetto. E oltre all’assessore Felice ha visto la partecipazione di Emanuela Galasso, Liberaluna Onlus, Angela Sajeva, Viva Onlus, dell’attore Marco Caldoro, del fumettista Giovanni De Micheli, fumettista e di Roberto Faccenda, presidente Incas Produzioni. A moderare l’incontro ha provveduto Francesco Vitale.

Nel corso del convegno sono stati anche presentati e trasmessi i contenuti audiovisivi prodotti nell’ambito del progetto, a iniziare dallo spot ‘Uso le mani solo per farti rialzare’, realizzato da William Mussini, per giungere poi al il Documentario reportage sui laboratori svolti nelle scuole, con le quattro strisce animate sul tema della parità di genere.

“Lo sviluppo del progetto Pari Comunicazioni ha prodotto una collaborazione tra istituzioni, mondo della scuola e realtà associative sociali e culturali operanti sul territori, che è già di per sé un patrimonio di esperienze messe in rete in modo pienamente in linea con quelli che sono poi gli obiettivi principali del progetto. – ha dichiarato l’assessore Felice – Abbiamo voluto presentare i risultati finali di questo importante progetto, non a caso, proprio nella giornata nella quale, l’8 marzo, simbolicamente si celebrano le conquiste sociali dell’universo femminile, ritenendo che rappresentasse una giornata valida per riflettere, in primo luogo, sulla vera attuazione della parità di genere”.

“Ringrazio per il lavoro svolto in questo senso tutti i partner del progetto e mi preme ringraziare anche la passata amministrazione – ha detto l’assessore – che con lungimiranza ha avuto il merito di avviare questo progetto nel 2018, seguito per tutto questo tempo con professionalità ed attenzione dall’area Pianificazione e programmazione del Comune di Campobasso, dalla dottoressa Claudia Romaniello e da tutto lo staff”.

“La scuola fornisce agli studenti gli strumenti per diventare cittadini consapevoli – ha aggiunto l’assessore – ed è il luogo maggiormente deputato allo sviluppo di percorsi di in/formazione, sensibilizzazione ed educazione alla non discriminazione. Il merito principale di questo progetto e di chi lo ha curato in prima persona, come abbiamo potuto vedere anche dai risultati prodotti – ha concluso – è proprio quello di aver stimolato incontri e riflessioni utili a favorire il riconoscimento e il superamento di modelli strutturati, di pregiudizi e stereotipi connessi al genere, al fine di prevenire il proliferare di fenomeni di discriminazione ed esclusione.”

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale 

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti 

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui e salva il contatto!

spot_img
spot_img
spot_img

Più letti

Neuromed, al Polo didattico le prime laureate in Logopedia

Festeggiate le neodottoresse, che hanno discusso la tesi all’Università Tor Vergata di Roma POZZILLI. Il corso di laurea in Logopedia, attivato tre anni fa dall’Università...