HomeNotizieCULTURA & SPETTACOLIClassica 423, primo appuntamento a palazzo San Francesco con il Duo Aliàntes

Classica 423, primo appuntamento a palazzo San Francesco con il Duo Aliàntes

Di scena domenica 8 maggio alle 18 Luca Marziali e Davide Di Ienno


ISERNIA. Nelle domeniche del mese di maggio, a Palazzo San Francesco alle 18, l’assessorato alla Cultura del Comune Di Isernia, in collaborazione con gli Amici della Musica di Campobasso e con la direzione artistica di Antonella de Angelis, propone un viaggio musicale nei secoli attraverso alcuni compositori che spaziano dal Settecento fino ad altri più contemporanei. Il primo concerto della rassegna ‘Classica 423’, chiamata così per ricordare che Isernia si trova a questa altitudine sul livello del mare, vedrà l’esibizione del Duo Aliàntes, composto da Luca Marziali al violino e da Davide Di Ienno alla chitarra. Il programma, ‘Sulle corde delle emozioni’, prevede due Sonate di Niccolò Paganini, la Suite No. 2 per chitarra e violino di Raffaele Bellafronte e Histoire du Tango di Astor Piazzolla.

Luca Marziali si è diplomato con il massimo dei voti e la lode al conservatorio Gioachino #Rossini di #Pesaro, ha frequentato in seguito la “Scuola di Alto Perfezionamento Musicale” di Saluzzo sotto la guida dei maestri R. Pasquier, P.Amoyal, A. Stefanato, R. Ricci. Successivamente è stato allievo dei Maestri P. N. Masi e C. Rossi all’Accademia “Incontri con il Maestro” di Imola. Ha vinto numerosi concorsi nazionali ed internazionali, svolge intensa attività concertistica in veste solistica e cameristica in Italia ed Europa, oltre che in Giappone, Stati Uniti, Canada, Argentina, Brasile, Colombia, Messico, Thailandia, Russia, Tunisia, Turchia, Israele. Fondatore e violino di spalla dell’Orchestra da Camera delle Marche è di frequente ospite delle più prestigiose istituzioni orchestrali italiane, quali l’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai, l’Orchestra del Teatro Alla Scala di Milano con l’Orchestra Filarmonica della Scala. Ha ricoperto il ruolo di primo violino in prestigiose orchestre e collabora con musicisti di fama internazionale come Giuseppe Sabbatini, Federico Mondelci, Anna Maria Chiuri, Claudio Marcotulli, Maxence Larrieu, Cristiano Rossi.

È docente di Violino presso il conservatorio statale di Musica Giovanni Battista Pergolesi di Fermo e affianca alla sua attività classica importanti produzioni di musica moderna collaborando con artisti quali Avion Travel, Andrea #Bocelli, Paolo Conte.

Davide Di Ienno si è diplomato e laureato con il massimo dei voti e la lode ai conservatori di #Avellino e #Campobasso, ha conseguito con il massimo punteggio il diploma alla Koblenz International Guitar Academy con Aniello Desiderio. Si è esibito come solista con la Orchestra Filarmonica Oltenia di Craiova, con la Odessa Philharmonic Orchestra diretta da Hobart Earler, con i Kyiv Soloists, diretti da Vito Paternoster e con l’orchestra Staatsorchester Rheinische Philharmonie, diretta da Garrett Keast. Nel 2016 ha eseguito come solista, in prima assoluta, la Suite n. 2 di Raffaele Bellafronte per chitarra, fagotto e orchestra d’archi, in una tournée con Patrick De Ritis e i Wiener Concert-Verein sotto la direzione di Ulf Schirmer, terminata alla Brahms-Saal del Musikverein di Vienna. Si è esibito in teatri prestigiosi in Italia e all’estero. Per Tactus ha pubblicato due dischi monografici sulla musica per chitarra del compositore Raffaele Bellafronte, curandone le revisioni pubblicate dall’editore canadese Les Productions d’Oz. È fondatore con il sassofonista Michele Paolino dell’Histérico Duo, con il quale nel 2020 pubblica Beginnings, disco edito dalla casa discografica giapponese Da Vinci Publishing. È docente presso la Scuola Civica Musicale Città del Vasto

spot_img
spot_img
spot_img

Più letti

Vent’anni senza Giovanni Cinelli: Villa Artemide ospita le sue opere

A curare la mostra del pittore la figlia Aurora ISERNIA. Inaugurata ieri, fino al 15 gennaio, si svolgerà a Frosolone presso Villa Artemide, sede dell'Esposizione...