HomeNotiziePOLITICA & ATTUALITA'Trasporti, dipendenti senza quattordicesima. Appello di Greco e Primiani a Roberti: “Risolva...

Trasporti, dipendenti senza quattordicesima. Appello di Greco e Primiani a Roberti: “Risolva il dramma di tanti lavoratori”

L’intervento dopo la denuncia di diversi lavoratori del settore sulla mancata ricezione del dovuto da parte delle aziende. I pentastellati sono pronti a collaborare per trovare soluzioni  


CAMPOBASSO. Lavoratori del trasporto pubblico locale senza quattordicesima. Nei giorni scorsi la denuncia dei sindacati, cui è seguito l’intervento dei consiglieri regionali del Movimento Cinque Stelle, Andrea Greco e Angelo Primiani, che hanno rivolto un appello al governatore del Molise affinché si affronti e si risolva la questione.  

“Un nuovo colpo di mannaia inferto ai lavoratori del Trasporto pubblico locale su gomma – affermano – che, ormai da anni, sono alle prese con continue difficoltà economiche.

Questa mattina (ieri, ndr) abbiamo inviato una nota al Presidente Roberti con un appello accorato alla verifica immediata sulle aziende concessionarie di servizio pubblico per chiedere l’immediato adempimento dei doveri contrattuali e pagare quanto dovuto ai lavoratori. Sappiamo bene che al momento è alle prese con le nomine assessorili e l’assegnazione delle relative deleghe, ma è ovvio che il dramma di padri e madri di famiglia non può essere sottaciuto. La quattordicesima è un loro diritto sacrosanto e non una gentile concessione come spesso si vuol far credere. È questo un nuovo e intollerabile episodio che bistratta la categoria.

Lavoratori, uomini e padri di famiglia che, con sacrificio e pazienza, continuano a prestare il proprio lavoro ogni giorno con grande dignità, la stessa dignità che oggi viene calpestata negando i loro diritti. E la quattordicesima è una boccata d’ossigeno importante per chi sta subendo continui rincari e un evidente aumento dell’inflazione.

Una situazione che in termini legali – proseguono Greco e Primiani – è estremamente grave ma che a livello sociale è inaccettabile, ancor più se a non percepire mensilità sono dipendenti di aziende che gestiscono servizi pubblici.

L’attenzione sul tema la dobbiamo a quei lavoratori che con serietà garantiscono ai molisani dei servizi indispensabili e lo dobbiamo alle loro famiglie per sostenere le proprie spese personali. Siamo totalmente disponibili a cooperare per offrire soluzioni concrete per i lavoratori – concludono – perché il nostro unico interesse è non abbandonare nell’oblio questi molisani”.

spot_img
spot_img
spot_img

Più letti

Carnevale delle maschere zoomorfe, si comincia: arrivati a Isernia i gruppi...

Grande festa con gli oltre 300 figuranti pronti a portare per le vie della città suoni, musiche, canti e tutta la forza delle loro...