Isernia, danno biologico da mobbing: risarcimento per Di Schiavi

Isernia, danno biologico da mobbing: risarcimento per Di Schiavi

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

L’11 dicembre, alle 17, nel corso di una conferenza stampa che terrà con il suo avvocato difensore,  saranno illustrate le prossime mosse relativamente al risarcimento del danno e al deferimento dei responsabili alla Corte dei Conti


ISERNIA. La Corte di Appello di Campobasso, con sentenza n. 201/201, ha condannato il Comune di Isernia al risarcimento del danno biologico da mobbing in favore dell'ex ufficiale della Polizia Municipale del Comune di Isernia , Feliciantonio Di Schiavi.

Il danno da risarcire per le condotte censurate dalla Corte ammonta a 62mila 438 euro: a questa somma si aggiungono le spese patrimoniali e quelle legali per circa 10mila e 700 euro.

L’11 dicembre, alle 17 in via XXIV Maggio n. 65, Di Schiavi e l’avvocato Carlo Izzi terranno una conferenza stampa per illustrare la sentenza e rendere noti i prossimi passi poiché si procederà a chiedere all’attuale amministrazione di attivare l’azione legale di rivalsa nei confronti dei responsabili dell’epoca (ci si riferisce al periodo in cui Gabriele Melogli rivestiva il ruolo di sindaco) affinché si possa procedere al risarcimento con il patrimonio personale e non gravando sui cittadini. In aggiunta, Di Schiavi e l’avvocato Izzi stanno già preparando il deferimento degli stessi alla Corte dei Conti.

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale

 

Privacy Policy