Isernia, inchiesta Start Up: ritrovato l’antico missale di Aversa

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Le indagini della Procura pentra hanno consentito di restituirlo alla comunità. Dal 2013 se ne erano perse le tracce dal 2013


ISERNIA. C’è anche l’antico missale di Aversa tra le opere d’arte ritrovate grazie all’inchiesta Start Up, coordinata dalla Procura di Isernia. Del missale, che nelle prossime ore verrà restituito alla comunità, si erano perse le tracce tra il 2013 e il 2015.

missaleIl recupero del prezioso Missale è stato possibile grazie ad approfondimenti investigativi condotti nell’ambito di un’indagine complessa del Nucleo TPC di Napoli e coordinata dalla Procura della Repubblica di Isernia che ha permesso di disarticolare, nel settembre del 2017, un’organizzazione criminale, vero e proprio crocevia di ricettazione di beni d’arte di provenienza furtiva, perché sottratti da luoghi di culto e istituti religiosi ubicati tra l’alto casertano e la provincia di Isernia.

Di fondamentale importanza per l’individuazione del prezioso bene è risultata la comparazione della sua immagine, con quella contenuta nella Banca Dati dei beni culturali illecitamente sottratti, gestita dal Comando Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale, che ne ha confermato la provenienza illecita. Grazie al prezioso lavoro di questo Reparto specializzato dell’Arma il bene è tornato nella disponibilità della collettività.

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale 

Change privacy settings