Neuromed esempio di sanità di altissimo pregio: la testimonianza

Neuromed esempio di sanità di altissimo pregio: la testimonianza

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

La dottoressa Vanna Antonelli dell’Asrem ricorda il marito Ernesto Gaudiano scomparso di recente ed elogia la struttura di Pozzilli in una nota inviata al Ministero della Salute e al governatore Toma



POZZILLI. Ricordare il marito scomparso di recente ed elogiare l’alta professionalità del personale in servizio al Neuromed di Pozzilli. Per questo la dottoressa dell’Asrem Vanna Antonelli ha messo nero su bianco la sua testimonianza in una lettera inviata al Ministero della Salute e al presidente della Regione Donato Toma.

gaudiano“Il 6 febbraio scorso – si legge nella lettera - è scomparso in maniera prematura e inaspettata lo psicologo Ernesto Gaudiano, conosciuto anche come autore di vari libri, quali ‘Il Ragioniere Esposito Chisciotte’, ‘Il Cravattaro’, ‘I Rimba e i Bamba e la pillola etero’, nei quali affronta sempre in chiave umoristica e satirica vari problemi sociali, quali l’usura, l’emarginazione delle persone della terza età o i disagi di chi vive in una grande città. Sono note alla città di Isernia le iniziative del dottor Gaudiano sia a favore delle donne con delle conferenze quale quella con la Fidapa presso la provincia sul tema ‘Il percorso del rispetto: donna – infanzia – società’, sia soprattutto per gli anziani con una serie di tavole rotonde presso il centro sociale ‘Sabino D’Acunto’, dove ha toccato vari temi d’attualità, dalla raccolta differenziata – come selezionare i rifiuti, al ruolo dei nonni nella famiglia e nella società.

Ernesto Gaudiano mancherà a chiunque abbia avuto la fortuna di conoscerlo e di condividere momenti unici con lui, perché la sua positività e la sua espressività non sono comuni. Ricordiamo Ernesto sempre gioioso, elegante, ironico ed arguto, una persona gentile e perbene. La sua scomparsa recente ha lasciato un vuoto incolmabile tra gli amici e nei familiari che non possono dimenticarlo, facendo tesoro dei tanti ricordi bellissimi e preziosi e conservando sempre immutata l’eredità dei sentimenti che ci ha lasciato.

Il motivo principale della lettera – sottolinea quindi la dottoressa Anotonelli - è di rendere noto che in Molise abbiamo delle strutture sanitarie di assoluta eccellenza, quali l’Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico (I.R.C.C.S.) Neuromed di Pozzilli.  Come medico posso testimoniare che mio marito Ernesto Gaudiano nei 28 giorni di ricovero presso il Neuromed (9 gennaio – 6 febbraio 2019) ha avuto assicurate tutte le cure necessarie, dimostrando un’altissima serietà e professionalità da parte di tutto il personale medico ed infermieristico, che lo hanno curato sempre con il massimo impegno.

Mi sento in dovere di rendere noto e pubblico un bell’esempio di sanità di altissimo pregio: quella dell’Istituto Neuromed di Pozzilli. E voglio ringraziare, anche a nome dei familiari, il personale medico e il personale infermieristico tutto. In particolare ringrazio i medici della Terapia Intensiva: Il professor Aloj Fulvio, D’Angelo Michela, Marino Valeria, Scioli Giovanna, Gatta Attilio, Agliarulo Emilano, De Benedictis Giuseppe, Fertuso Giuseppe. I medici della Neurochirurgia II:professor Esposito Vincenzo, D’Elia Alessandro, Vangelista Tommaso, Morace Roberta, De Angelis Michelangelo, Di Russo Paolo. I cardiologi: Luigi Del Mastro e Onofrio Ragozzino”.

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale 

Privacy Policy