HomeOcchi PuntatiSalvarsi dallo stalker assassino

Salvarsi dallo stalker assassino

Alcuni utili consigli: anzitutto, denunciare, e parimenti osservare una serie di accorgimenti comportamentali stringenti


di R. Francesca Capozza, criminologa

ISERNIA. Dopo l’assassinio di Romina De Cesare, 36enne di Cerro al Volturno uccisa dal suo ex compagno, Pietro Ialongo, si avverte la necessità di fornire alcuni utili consigli per evitare che lo stalking degeneri in qualcosa di peggio.

Foto di repertorio
Foto di repertorio

Lo stalker rifiutato, che arriva finanche a uccidere l’ex partner, è entrato già da tempo in una visione a tunnel in cui l’unico obiettivo e pensiero è riportare a sé la partner o renderle comunque la vita impossibile. Questo perché l’assassino non accetta la fine del rapporto, vissuto peggio di un rifiuto, in maniera totalizzante, come un abbandono. Si tratta di persone che non riescono a vivere un rapporto affettivo sano e paritario, difficoltà che provengono dal passato, annidandosi nelle particolari caratteristiche della relazione d’attaccamento con la figura femminile. Occorre allora potersi difendere, potersi salvare, innanzitutto denunciando e parimenti osservando una serie di accorgimenti comportamentali stringenti.

1) non ignorare i segnali premonitori (reazioni spropositate, atteggiamenti ossessivi, eccetera);
2) non sottovalutare la situazione;
3) non assumersi mai la responsabilità del suo comportamento (lo stalker cercherà di impietosire, incolpare);
4) comunicare in modo chiaro e fermo che i suoi contatti sono indesiderati;
5) non cercare di farlo ragionare, né negoziare con lui;
6) disattivare i sistemi di geo-localizzazione dai propri dispositivi;
7) non pubblicare informazioni personali su profili social;
8) informare parenti ed amici di quello che si sta vivendo;
9) farsi accompagnare quando si esce;
10) cambiare le abitudini quotidiane (strada per andare al lavoro, per tornare a casa, eccetera);
11) informare sempre qualcuno dei propri spostamenti;
12) non accettare di incontrarlo da sola o a casa;
13) non accettare il cosiddetto “ultimo incontro”;
14) raccogliere costantemente le prove delle molestie.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale https://bit.ly/isNews_agora

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti https://t.me/isnews_it

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui https://bit.ly/isnews_wa_iscrivimi e salva il contatto!

Più letti

La locandina dell'evento

Macchiagodena, Rita Frattolillo presenta il suo saggio sull’emigrazione

Appuntamento il 20 maggio con ‘L’infanzia migrante tra realtà e rappresentazione letteraria’ MACCHIAGODENA. Venerdì 20 maggio 2022, alle ore 18, un altro e interessantissimo appuntamento...