La Polizia di Stato festeggia il 171esimo anniversario: le celebrazioni a Campobasso

Presso l’aula magna dell’Unimol il Questore Montaruli ha illustrato le operazioni svolte dall’Arma nella provincia


CAMPOBASSO. ‘Esserci Sempre’. Questo l’hashtag lanciato dalla Polizia di Stato in occasione della celebrazione del 171esimo anniversario della sua fondazione.  

Questa mattina, alle 9.00, nei pressi della lapide dedicata alla guardia di pubblica sicurezza Giulio Rivera, medaglia d’oro al valor civile, presso l’ingresso della palazzina della direzione della Scuola Allievi Agenti, è stata deposta una corona in onore dei caduti della Polizia di Stato, alla presenza del Prefetto di Campobasso Michela Lattarulo.

Dalle 9.30, in piazza Gabriele Pepe, si sono svolte alcune iniziative dei Reparti Speciali della Polizia di Stato, in una cornice di moto ed autovetture di servizio. Per l’occasione è stato allestito un gazebo espositivo a cura della Polizia Scientifica ed uno stand informativo dell’associazione ‘DonatoriNati’ per sensibilizzare la cittadinanza sul tema della donazione di sangue.

La cerimonia celebrativa si è svolta presso l’Aula Magna dell’Università degli Studi del Molise, con la partecipazione delle autorità civili, religiose e militari. Presenti il sindaco di Campobasso Roberto Gravina, il presidente del consiglio regionale Salvatore Micone, l’assessore Quintino Pallante, il presidente della Provincia Francesco Roberti e il Prefetto di Campobasso Michela Lattarulo.

Dopo la lettura dei messaggi augurali del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, del ministro dell’Interno Matteo Piantedosi e del Capo della Polizia – Direttore Generale della Pubblica Sicurezza Lamberto Giannini, il Questore di Campobasso Vito Montaruli ha illustrato i principali risultati conseguiti nella provincia dalle donne e dagli uomini della Polizia di Stato.

Dal 1° aprile 2022 al 31 marzo 2023 sono stati 24.001 i controlli effettuati in provincia (32.903 persone e 17.933 veicoli). Registrate 15.434 chiamate al 113, mentre le segnalazioni pervenute tramite l’applicazione per smatphone ‘You Pol’ sono state 151.

Intensa l’attività della polizia giudiziaria, con 56 arresti operati da Questura e Commissariato di Polizia Stradale di Termoli. Le denunce a piede libero sono state 347.

Per quanto riguarda la prevenzione e la repressione del traffico di sostanze stupefacenti, nel periodo di riferimento, sono stati sequestrati 3 chili e 65 grammi di sostanze stupefacenti tra cannabinoidi, cocaina, eroina e droghe sintetiche, con un incremento del 60% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Tra le attività maggiormente significative, la Sezione Antidroga della Squadra Mobile ha tratto in arresto un pregiudicato termolese sorpreso in possesso di circa un chilo e mezzo di marijuana. Ancora più rilevante l’esecuzione di quattro ordini di custodia cautelare emessi dall’autorità giudiziaria a carico di altrettanti soggetti, in parte provenienti dalla provincia di Foggia, individuati come spacciatori nella zona di Termoli.

Il litorale della cittadina adriatica è infatti particolarmente interessato dallo spaccio di sostanze stupefacenti nonché da varie tipologie di reato connesse a tale fenomeno e riconducibili a pregiudicati provenienti dalla provincia di Foggia che si avvalgono di spacciatori locali.

Anche a Campobasso si sono riscontrati numerosi episodi di spaccio di droga. Al riguardo va menzionato l’arresto di un soggetto, con precedenti penali, che ha nascosto all’interno della cavità anale un involucro contenente 105 grammi di eroina. Nel periodo natalizio è stato inoltre arrestato un pregiudicato della provincia di Foggia, colto in flagranza mentre trasportava un chilo di sostanza stupefacente.

Non poco preoccupanti sono gli episodi riconducibili al fenomeno delle cosiddette baby gang. Sul punto è stata condotta un’intensa attività di indagine da parte del personale della Squadra Mobile che, nel mese di settembre 2022, ha individuato e segnalato all’autorità giudiziaria cinque minorenni responsabili di minacce, estorsioni e lesioni nei confronti di altri tre minori e di un venditore ambulante originario del Bangladesh che, aggredito immotivatamente e crudelmente nel centro cittadino di Campobasso, ha riportato lesioni con prognosi superiore a 30 giorni.

Altri fenomeni che stanno interessando l’intera provincia quelli legati ai furti in abitazione e di auto, oltre che alla violenza domestica e di genere.

Numerose sono state le campagne di informazione, sensibilizzazione e prevenzione sviluppate all’interno delle realtà scolastiche sia del Capoluogo che del territorio provinciale.

La Polizia Amministrativa e Sociale, dal 1° aprile 2022 al 31 marzo 2023, ha provveduto al rilascio di 3.744 passaporti (+156%), 930 licenze di porto d’armi di cui 251 rilasci (+4%) e 679 rinnovi, 52 nulla osta all’acquisto di armi, 8 licenze, ed effettuato 61 controlli amministrativi che hanno determinato l’adozione di 9 provvedimenti di chiusura di esercizi pubblici e 20 illeciti amministrativi a vario titolo. Per rispondere alla grande richiesta di rilascio di passaporti, sono stati effettuati cinque open days dedicati alla ricezione delle istanze da parte dei cittadini presso la Questura ed il Commissariato di Termoli.

Nel periodo di riferimento, l’Ufficio Immigrazione ha emesso 2.380 permessi di soggiorno e provveduto ad eseguire 38 espulsioni di cittadini stranieri irregolari o comunque privi di titolo alla permanenza sul territorio nazionale, di cui 4 con accompagnamento alla frontiera e 13 con accompagnamento al CPR.

Le 933 pattuglie impiegate nel periodo di riferimento hanno controllato 5.389 veicoli e 6.021 persone, contestando 3.199 infrazioni del codice della strada, per contravvenzioni di 184.705 euro. Sono state ritirate 119 patenti di guida e 102 carte di circolazione.

In aumento le frodi informatiche, le truffe on-line, le diffamazioni on-line, le sostituzioni di persona e gli accesi abusivi ai profili social network ed e-mail. Nello specifico il personale della sezione operativa ha provveduto alla trattazione di 92 casi di truffa on-line, 132 casi di frodi on-line, 26 casi di diffamazione, 26 di sostituzione di persona e 79 i casi di accesso abusivo a sistema informatico. Le persone denunciate sono state 52, con un incremento rispetto ad analogo periodo dello scorso anno del 60%.

La ricorrenza è stata anche l’occasione per celebrare il personale distintosi per particolari meriti di servizio. Encomi solenni per l’ispettore Alessandro Bagnato, l’assistente capo coordinatore Fabrizio Santella e l’assistente capo coordinatore Francesco Colella. Encomi per il vice sovrintendente Luigi Santanelli, l’assistente capo coordinatore Fabio Genovese e l’assistente capo Domenico Piedimonte. Lodi per il vice questore aggiunto Nicola Di Pasquale, il vice ispettore Mario Tirro, il vice ispettore Antonella Salvatore, l’ispettore Michele Grieco, l’assistente tecnico Danilo Amore, il vice sovrintendente Renato Gaeta, l’assistente capo coordinatore Salvatore Fanelli, l’assistente capo Luciano Antonio Guglielmi, il sovrintendente Alfredo Sulmona, il vice sovrintendente Antonello Lattanzio, l’assistente Capo Coordinatore Francesco Colella, l’ispettore Clemente Di Mario e l’assistente capo coordinatore Domenico Cornacchione.