Ai domiciliari per spaccio di droga, si allontana ripetutamente da casa: 19enne finisce in carcere

Per lui anche l’accusa di evasione. In azione i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile di Termoli


TERMOLI. Evade dai domiciliari e finisce in carcere. È così che i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Termoli hanno tratto in arresto un 19enne in esecuzione di un’ordinanza del Tribunale di Larino.

Sul capo dell’arrestato, già titolare di diversi precedenti di polizia, pende l’accusa di spaccio e detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti nonché  di evasione.

Nello specifico, in relazione alla prima ipotesi di reato, il giovane era finito in manette nei giorni scorsi, in seguito ad un’attività d’indagine dei militari dell’Arma, svolta sotto la direzione della Procura frentana, da cui era emersa che lo stesso aveva ceduto a più acquirenti ed in diverse circostanze complessivi 500 grammi di hashish e 100 grammi di cocaina, in cambio di un corrispettivo pari a circa 12.500 euro.

Nel secondo episodio, invece, il giovane era stato arrestato nella flagranza del reato di evasione, poiché arbitrariamente allontanatosi dalla sua propria abitazione sebbene sottoposto agli arresti domiciliari per la prima condotta delittuosa.

Il provvedimento eseguito in quest’ultima circostanza è invece scaturito dalle reiterate violazioni alla misura cautelare, a cui il ragazzo si trovava sottoposto, commesse tra il 20 giugno ed il 14 luglio di quest’anno e accertate da militari nel corso di mirati servizi perlustrativi.

Pertanto, i carabinieri hanno rintracciato il 19enne a Termoli e, previa notifica del provvedimento e svolgimento degli adempimenti del caso, lo hanno tratto in arresto e tradotto presso la casa circondariale di Larino.