Isernia, stretta della polizia sull’uso dei telefoni alla guida: si rischia la sospensione della patente

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Controlli a tappeto e sanzioni salate, l’avvertimento dalla Questura che rilancia lo slogan della campagna: “Quando guidi, guida e basta”


ISERNIA. Considerati la causa principale degli incidenti stradali, cellulari e smartphone entrano nel mirino della polizia di Isernia che, su indicazione del questore Pellicone, ha messo in campo dei servizi straordinari di controllo sul territorio.

Da stamani, un dispositivo composto da tre pattuglie della Squadra Volanti e una della Sezione Stradale hanno rilevato e contestato una decina di infrazioni, stilando una sorta di identikit del trasgressore medio: uomo, di età compresa tra i 25 e i 60 anni.

I controlli hanno interessato le principali arterie cittadine e la Questura ricorda come ogni violazione comporti una sanzione amministrativa di 165 euro e la decurtazione di 5 punti dalla patente di guida. Inoltre, è prevista la sospensione della patente alla seconda violazione nel biennio.

L’attenzione sul fenomeno è ai massimi livelli da parte delle forze dell’ordine, anche alla luce del recente incremento del numero degli incidenti stradali. Dunque, guardia alta non solo sul fronte dei controlli, ma pure su quello della comunicazione. Di qui il rilancio dello slogan dell’ultima campagna nazionale portata avanti da Anas e polizia: “Quando guidi, guida e basta”.

 

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale