HomeNotizieCRONACASanità, attività ordinarie sospese fino al 17 maggio: impugnata dinanzi al Tar...

Sanità, attività ordinarie sospese fino al 17 maggio: impugnata dinanzi al Tar l’ordinanza Toma

A presentare ricorso due strutture private accreditate del Molise, il Centro Potito e Villa Maria, per il tramite dell’avvocato Di Pardo


Impugnata dinanzi al Tar Molise, con richiesta di sospensiva urgente, l’ordinanza con cui il governatore Toma, su richiesta dell’Asrem, ha prolungato le misure di contenimento in relazione all’erogazione dei servizi sanitari, limitando di fatto l’attività alle sole urgenze.

A fare ricorso ai giudici amministrativi sono due strutture private accreditate, quali il centro radiologico Potito e Villa Maria, per il tramite dell’avvocato Salvatore Di Pardo.

Il Dpcm del 26 aprile, relativo all’allentamento delle misure nella fase 2 dell’emergenza coronavirus, ha introdotto tra i codici Ateco delle attività consentite quello della sanità, pertanto le due cliniche molisane avevano iniziato la riorganizzazione del lavoro in sicurezza. Ma il provvedimento della Regione Molise del 2 maggio, “unico nel panorama nazionale” – denunciano i ricorrenti – ha bloccato tutto. Almeno fino al giorno 17.

L’interruzione della attività sanitaria, – recita l’istanza del centro Potito, riportata da Primo Piano Molise – “da sempre garantita dalle strutture private accreditate, ha generato non solo gravi conseguente economiche e gestionali per gli erogatori (tra cui la ricorrente) ma ha evidentemente inciso anche (e innanzitutto) sul fabbisogno di salute non urgente e sulle prestazioni programmabili che, da marzo e a tutto oggi, sono state sospese e dunque non garantite all’utente”.

Il provvedimento – si legge – pregiudica “anche la possibilità di effettuare i test di laboratorio per la ricerca di anticorpi IgG e lgM specifici per Covid-19 che non sono contraddistinti da urgenza, sebbene essenziali per le indagini clinico-epidemiologiche, finalizzate alla individuazione dei casi positivi al coronavirus ed al contenimento del contagio”. Villa Maria, ad esempio, si apprestava ad eseguirne tanti.

Si attende ore il pronunciamento dei giudici.

 

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, invia ISCRIVIMI al numero 3288234063 e salvalo in rubrica!

Più letti

Festa di San Giorgio, il messaggio della sindaca Felice: “La sua...

"Ognuno di noi deve aver cura della nostra citta ogni giorno, con coraggio e determinazione" CAMPOBASSO. “Rivolgo un saluto caloroso a sua eccellenza monsignor Biagio...
spot_img
spot_img
spot_img