HomeNotiziePOLITICA & ATTUALITA'Lavoro, Boccardo: bene la stabilizzazione dei precari della sanità, ma non dimentichiamo...

Lavoro, Boccardo: bene la stabilizzazione dei precari della sanità, ma non dimentichiamo quelli della Regione Molise

La segretaria generale Tecla Boccardo interviene sull’argomento, dopo la mozione del vicepresidente del Consiglio regionale Gianluca Cefaratti, e precisa: i professionisti non specializzati che si trovano oggi a palazzo Moffa sono indispensabili per le attività connesse al Pnrr


CAMPOBASSO. Sì alla stabilizzazione dei precari della sanità, ma senza dimenticare i precari della Regione Molise. Così la segretaria generale della UIL Molise, Tecla Boccardo interviene in seguito alla notizia della presentazione, da parte del vice Presidente del Consiglio regionale, Gianluca Cefaratti, di una precisa mozione che ponga l’attenzione sul paradosso che riguarda appunto i precari della sanità molisana.

“Ormai da mesi chiediamo alla struttura commissariale, adesso arricchita da un sub-commissario molisano e di fiducia del Commissario-Governatore, di procedere alle stabilizzazioni di questo personale, – sottolinea Boccardo – utilizzando risorse nazionali e gli strumenti normativi di cui altre regioni stano approfittando. Si parla di rimettere in piedi un sistema sanitario di qualità, di arricchire reparti, aumentare prestazioni ma, paradossalmente, nessuno ci dice chi dovrebbe fare queste attività. La sanità di qualità si fa con donne e uomini in numero adeguato ed è il più grande investimento economico da fare oggi”.

“Tuttavia, – incalza la sindacalista – ci piacerebbe che allo stesso modo il Consiglio regionale si impegnasse concretamente sulla stabilizzazione dei tanti precari storici della Regione Molise stessa, per i quali c’è un accordo sottoscritto ma mai attuato dalla politica molisana. Abbiamo bisogno di questo personale, precario, oggi direttamente o indirettamente alle dipendenze dell’Ente regionale o, peggio ancora, non rinnovato ed emigrato altrove. Queste risorse, altamente professionalizzate, sono preziose e saranno indispensabili per gli anni a venire in cui sarà necessario programmare la spesa e le attività connesse al PNRR e ai tanti fondi europei disponibili.

Il sindacato – conclude Boccardo – è pronto da oggi stesso a collaborare con struttura commissariale e Regione per individuare percorsi utili a stabilizzare i precari prima che sia troppo tardi”.

spot_img
spot_img
spot_img

Più letti

Museo dei Misteri di Campobasso

Giornate Fai d’autunno: ecco i luoghi aperti in Molise

La manifestazione di scena sabato 15 e domenica 16 ottobre CAMPOBASSO. tutto pronto per l’11esima edizione della Giornate FAI (Fondo Ambiente Italiano) d’Autunno. Sabato 15...