Ieri il passaggio della campana per l’anno sociale 2023-2024


ISERNIA. È Marzia Bordignon la neo presidente dell’Inner Wheel Club di Isernia per l’anno sociale 2023-2024. La cerimonia del passaggio della campana, svoltasi il 20 giugno scorso nelle suggestive Segrete del ‘700 in pieno centro storico, rappresenta uno dei momenti più significativi nella vita di un club, un’alternanza che si traduce non solo nell’ottica della continuità del servizio ma anche del rinnovamento per raggiungere nuovi traguardi e guardare orizzonti sempre più ampi a vantaggio della comunità.

Alla presidente uscente Franca Raddi, dopo un anno di intenso lavoro, – recita una nota stampa – “va il merito di aver perseguito, con grande impegno e responsabilità, le finalità sociali realizzando numerose attività culturali e umanitarie che hanno inciso in maniera determinante sul territorio”.

L’evento ha avuto il suo momento clou con i discorsi consuntivi e programmatici rispettivamente della Presidente uscente e della Presidente incoming. In particolare, nel suo discorso di insediamento la Presidente Marzia, soffermandosi sul significato dell’Inner Wheel, ha voluto sottolineare l’importanza della tradizione: “Non c’è innovazione più geniale della tradizione. Questo che affronteremo, sarà un anno volto a promuovere le eccellenze del territorio in ogni campo: culturale, finanziario, medico, legale, scolastico, tessile, enogastronomico. Sarà questo un anno sociale che avrà come nucleo fondante i bambini, i ragazzi: loro saranno posti al centro del mio servizio. Occorre puntare su di loro, sfruttare le loro potenzialità e rafforzare le loro debolezze, un anno inclusivo sotto ogni aspetto. Non può esserci un domani senza i nostri bambini, i nostri ragazzi. Mi piacerebbe realizzare qualcosa per i tanti bambini, ragazzi che, non per loro scelta, si ritrovano al mondo senza una madre, perché strappata a loro da un uomo debole. Mi piacerebbe supportare le tante famiglie che, quotidianamente, si ritrovano a dover vivere in un mondo di cui si parla tanto ma si sa ben poco, l’autismo. Sono tanti i bambini speciali che ci circondano e che cercano di invitarci a entrare in contatto con loro. Un mondo fatto di speranze e di paure, di amore e di solidarietà. Mi piacerebbe cercare di entrare in sintonia con loro, con le loro famiglie, genitori che, come me, cercano ogni giorno di imparare qualcosa, di interpretare un gesto, di comprendere un segnale. Vorrei imparare a guardare il futuro attraverso i loro occhi e perché no, magari accendere un sorriso oppure scrutare il domani semplicemente cambiando prospettiva”.

Nuove idee, nuovi programmi e services da realizzare, quindi, ma sempre nell’imprescindibile condivisione di valori e di vera amicizia con le socie; un’esperienza emozionante che, dal 7 maggio 2007, nascita del Club isernino, rinsalda i legami a livello locale, nazionale ed internazionale con tutte le socie che operano in nome dell’International Inner Wheel, una delle maggiori organizzazioni femminili di servizio al mondo.

Alla neo Presidente Marzia e a tutta la sua squadra l’augurio di un anno sociale estremamente produttivo e denso di eventi.