HomeNotiziePOLITICA & ATTUALITA'Pescatori in protesta, Coldiretti: no allo smantellamento della pesca a strascico

Pescatori in protesta, Coldiretti: no allo smantellamento della pesca a strascico

L’allarme: la scomparsa di tale pratica causerà gravi ripercussioni sul futuro degli operatori del settore


TERMOLI. Pescatori in protesta a Termoli per dire ‘no’ alle norme UE che prevedono una forte limitazione della pesca a strascico in tutta Europa entro il 2030 e propone la creazione di ulteriori aree marine protette.

Anche Coldiretti Impresa Pesca Molise ha preso parte oggi all’iniziativa di scena al porto della città adriatica, insieme con gli altri attori della marineria termolese.

Nella circostanza l’Organizzazione ha sottolineato il negativo impatto sociale ed economico che tali norme europee avrebbero su imprese, lavoratori e territori.

“La scomparsa della pesca a strascico – ha sottolineato Impresa Pesca Molise – causerà gravi ripercussioni sul futuro degli operatori del settore. Smantellare l’attuale sistema in brevissimo tempo, senza prevedere nemmeno sostegni per la ristrutturazione del settore e la riconversione della flotta, – l’allarme – distruggerà in breve tempo il mercato ed il sistema produttivo nazionale, e ovviamente locale, agevolando le importazioni di pescato da Paesi esteri che è già oggi molto elevato”.

A portare solidarietà ai manifestanti, stamane, anche il sindaco di Termoli Francesco Roberti.

Più letti

Venafro, tutto pronto per la settima edizione di ‘Femminile Plurale’

Appuntamento giovedì 7 marzo presso la Palazzina Liberty VENAFRO. Venus Verticordia ha il piacere e l'onore di presentare la settima edizione di Femminile Plurale, la...
spot_img
spot_img
spot_img