Scuola in Dad, connessione gratis per gli studenti: i gestori della telefonia dicono sì al Governo

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Tim, Vodafone e Wind Tre, accogliendo le sollecitazioni, hanno deciso di escludere le piattaforme di didattica a distanza dal consumo previsto negli abbonamenti


La Dad non consuma giga. Da oggi la connessione per gli studenti chiamati a seguire le lezioni online sarà gratis. Tim, Vodafone e Wind Tre, - riferisce TgCom24 - accogliendo l'invito del governo, hanno deciso di escludere le piattaforme di didattica a distanza dal consumo di gigabyte previsto negli abbonamenti.

La proposta agli operatori telefonici è arrivata dal ministro dell'Istruzione Lucia Azzolina, il ministro per le Pari opportunità e la Famiglia, Elena Bonetti, il ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli, e il ministro per l'Innovazione tecnologica e la digitalizzazione, Paola Pisano.

"Quando si affronta un'emergenza come quella che stiamo vivendo - ha spiegato la Azzolina - serve davvero il sostegno di tutti. Da marzo ad oggi lo Stato ha già investito oltre 400 milioni a scuola per il digitale a scuola. Iniziative come questa rafforzano l'impegno per supportare studentesse e studenti. Ringrazio chi ha aderito al progetto".

Sulla stessa lunghezza d’onda anche gli altri esponenti del Governo. Per il ministro Bonetti “la sinergia raggiunta con le società di telecomunicazioni è un passo che guarda in special modo alle situazioni familiari di maggiore disagio". Patuanelli e Pisano, dalla loro, hanno ringraziato le società di telecomunicazioni per la collaborazione. “Il modo più efficace per farlo e anche quello più etico è di creare progetti di solidarietà in cui pubblico e privato mettono insieme le loro energie per l'interesse della collettività".

 

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale 

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui e salva il contatto!

 

Change privacy settings