Covid, nei piani del governo Green pass obbligatorio pure per chi lavora nei bar e ristoranti

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Atteso nelle prossime settimane un secondo decreto, ma è già polemica


ROMA. Green pass obbligatorio non solo per chi frequenta ma bar e ristoranti, ma pure per chi ci lavora. Il Governo va in questa direzione ed è questo uno dei principali nodi da sciogliere in vista dell'entrata in vigore della certificazione.

A rischio, quindi potrebbe esserci l'apertura delle attività. La questione analizzata da un articolo del Il Giornale, è stata rilanciata anche da Tuttolavoro24.

“Oltre al Dpcm che scatterà il 6 agosto e vieterà l’ingresso nei bar e nei ristoranti al chiuso ai clienti senza green pass, ne potrebbe arrivare un secondo, attivo dal 20 agosto, che obbligherà al green pass anche chi sta al di qua del bancone: gestori e dipendenti. Ne va dell’apertura dell’attività. La nuova regola creerà guai non solo a chi si rifiuta di vaccinarsi ma anche a chi ha arruolato personale giovane e quindi non ancora vaccinato”.

Al momento non è chiaro se verrà fatta una distinzione tra chi ha solo locali all’interno od anche locali esterni, lasciando almeno a questi ultimi ‘libertà di scelta’. Va comunque rimarcato che l’obiettivo del Governo, su indicazione del Cts, è quello di ristringere al massimo le possibilità di contagio da Covid nei luoghi di incontro (ma anche di lavoro), da questo punto di vista quindi è lecito immaginare che non verrà fatta alcun distinguo.

Una questione che comunque resta spinosa. A evidenziarne le criticità è ad esempio il presidente di Confesercenti Torino Giancarlo Banchieri. “L’estensione dell’obbligo vaccinale ai dipendenti, in assenza di una legge che lo preveda espressamente – dichiara a Torinooggi - è praticamente impossibile da gestire. Gli imprenditori non hanno strumenti per rendere effettivo l’obbligo, senza contare che questo interverrebbe in un momento in cui c’è già una difficoltà oggettiva nel reperire lavoratori”.

In merito, è stato chiesto al premier Mario Draghi di aprire un tavolo tecnico che chiarisca modalità di controllo ed eventuali responsabilità in capo agli imprenditori.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale 

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui e salva il contatto!

Change privacy settings