Vaccini anti-Covid: ecco i dati Aifa sulle reazioni avverse. Biontech pronta per le dosi ai bimbi dai 5 anni

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Il tasso di segnalazione è pari a 119 ogni 100.000 dosi. Intanto l’azienda tedesca chiederà presto l’autorizzazione per le somministrazioni ai più piccoli


ROMA. L’ottavo Rapporto di Farmacovigilanza sui Vaccini Covid dell’Aifa, l’Agenzia Italiana del Farmaco, riporta i dati sul numero delle reazioni avverse segnalate dai cittadini dopo aver ricevuto le dosi vaccinali.

Si apprende che 91.360 sono i casi di sospetta reazione avversa nel periodo 27 dicembre 2020 e 26 agosto 2021, su un totale di 76.509.846 dosi di vaccino anti-Covid somministrate. Con il risultato che – si legge su TuttoLavoro24 - il tasso di segnalazione è pari a 119 ogni 100.000 dosi, di cui l’86,1% riferite a eventi non gravi, come dolore in sede di iniezione, febbre, astenia/stanchezza, dolori muscolari.
Se si parla di segnalazioni di eventi gravi, la percentuale invece si abbassa al 13,8% del totale, con un tasso di 13 eventi gravi ogni 100.000 dosi somministrate.

La reazione si è manifestata nella maggior parte dei casi (80% circa) nella stessa giornata della vaccinazione o il giorno successivo e solo più raramente oltre le 48 ore successive.

Intanto – riferisce l’Ansa - la tedesca Biontech è in procinto di chiedere l'autorizzazione per il vaccino anticovid anche per i bambini dai 5 anni agli 11. Si tratta dello stesso prodotto Biontech-Pfizer usato per gli adulti - ha spiegato allo Spiegel la cofondatrice Ozlem Tureci - "ma verrà somministrato in dosi minori e avrà bisogno di temperature meno basse" per la conservazione.
Biontech sta "già preparando la produzione" e conta sulla distribuzione già da metà ottobre.

 

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui e salva il contatto!

Change privacy settings