Giovani e finanziamento delle start-up innovative: l'idea di rilancio di Orgoglio Molise

Giovani e finanziamento delle start-up innovative: l'idea di rilancio di Orgoglio Molise

Valutazione attuale: 1 / 5

Stella attivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

SPAZIO ELETTORALE/ Il capolista Vincenzo Cotugno illustra il proprio programma in vista delle Regionali del 22 aprile e lancia un appello al voto ai cittadini


I giovani come priorità assoluta per il rilancio della regione. E’ il primo punto del programma elettorale di Orgoglio Molise a sostegno del centrodestra e di Donato Toma presidente.
La lista, capeggiata da Vincenzo Cotugno, sta illustrando ai cittadini molisani, nel corso della campagna elettorale, l’importanza di puntare alla valorizzazione delle eccellenze locali e di riscoprire l’identità stessa del Molise, “che deve tornare ad essere una regione dove poter realizzare i propri sogni”.
Da qui nasce la proposta delle start up rivolte all’universo giovanile, possibilità di creare nuove imprese nei settori di maggior interesse con la rimodulazione dei fondi destinati al Molise dal Patto per il Sud.
“Il Molise ha un decremento demografico che, soprattutto negli ultimi dieci anni, ha raggiunto livelli preoccupanti - l’analisi di Vincenzo Cotugno - La nostra regione perde circa 1000 giovani l’anno che, non trovando in Molise alcuna opportunità di lavoro, sono costretti ad emigrare altrove portando via con loro conoscenze e competenze. In un contesto del genere occorre adoperarsi per trovare soluzioni efficaci. Una soluzione concreta e quella di finanziare start up innovative in grado non solo di offrire posti di lavoro ai giovani che ancora vivono in Molise, ma anche di richiamare quelli che sono stati costretti ad abbandonare la nostra terra”.
Un progetto che sta suscitando grande interesse, che mira a sostenere le idee e le competenze dei giovani attraverso fondi già destinati alla regione e che potranno, non solo aumentare il Pil del Molise, ma rappresentare una delle principali fonti di nuova occupazione.
L’obiettivo è quello di creare almeno 1.000 posti di lavoro attraverso il finanziamento di imprese, anche individuali, che operino nei settori della ricerca, dell’innovazione e dell’information technology - spiega Cotugno - Attiveremo un bando da 50 milioni di euro da impiegare in cinque anni, rimodulando i finanziamenti già messi a disposizione per il Molise nel Patto per il Sud. Il bando sarà aperto, in modo da consentire in qualsiasi momento ai giovani che siano pronti ad impegnarsi, l’accesso ai finanziamenti. L’idea è quella di creare nella nostra regione le condizioni per attrarre non solo investimenti dall’Italia e dall’estero ma anche possibilità concrete di far rientrare quei ricercatori molisani che negli ultimi anni sono andati via. Abbiamo già attivato un primo protocollo di intesa con la provincia dell’Hubei (Cina), con l'Università di Wuhan e la nostra Unimol, e sono già partiti i primi dottorati di ricerca che vedono protagonisti giovani laureati molisani”.

Privacy Policy