Polo scolastico di Agnone, inaugurazione inutile. ‘Striscia la notizia’ torna all’attacco e Greco rincara la dose

Polo scolastico di Agnone, inaugurazione inutile. ‘Striscia la notizia’ torna all’attacco e Greco rincara la dose

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

L’edificio, nel rione Maiella, è stato inaugurato ma mancano ancora i certificati indispensabili per consentire l’utilizzo della struttura. Pinuccio, inviato del tg satirico, non lesina commenti ironici e il portavoce dei 5 Stelle sottolinea le bugie di certa politica. GUARDA IL SERVIZIO DI STRISCIA LA NOTIZIA


AGNONE. Ma il nuovo Polo Scolastico di via Maiella è funzionante, è fruibile oppure no? Perché inaugurarlo, con tanto di taglio del nastro e discorsi di rito, se poi non può essere utilizzato, per qualche lavoretto anche da terminare e soprattutto perché mancano le certificazioni indispensabili a renderlo agibile?

Il senso delle domande che ‘Striscia la notizia’ si è posto con il servizio andato in onda e realizzato da Pinuccio, ormai un agnonese d’adozione, è tutto qui.

GUARDA IL SERVIZIO

Ricapitoliamo: in Consiglio regionale, su precisa richiesta di Andrea Greco, agnonese e portavoce del Movimento 5 Stelle, la Giunta regionale ha risposto specificando che il Polo Scolastico sarebbe stato pronto per il 7 gennaio, giorno in cui le scuole avrebbero riaperto i battenti dopo le festività natalizie. Lo stesso Greco aveva rimarcato che forse, per quella data, sarebbe stato difficile essere in possesso di tutte le certificazioni indispensabili per poter entrare nelle classi in sicurezza.

L’assessore Niro, dal canto suo, aveva rassicurato circa la tempistica dei lavori che sarebbero stati ultimati come promesso solennemente. Unico argomento, del resto, nelle competenze della Regione Molise.

La tanta neve caduta a ridosso dell’Epifania ha di fatto ‘portato in dono’ agli studenti altri due giorni di festa e il 9 gennaio il nuovo polo scolastico è stato inaugurato non senza qualche frecciatina velenosa all’indirizzo proprio dell’inviato di ‘Striscia la notizia’ che il 26 dicembre aveva mandato in onda un servizio sull’argomento al quale aveva fatto seguito la replica dell’assessore Niro. Una sorta di ‘guanto di sfida’ sulla data della inaugurazione. E, in effetti, è andata così.

Ma c’è un ma: all’inaugurazione non è seguita la fruizione dell’edificio scolastico, le aule sono desolatamente vuote e non ci sono alunni perché, come ha spiegato la dirigente scolastica, mancano ancora quelle famose certificazioni.

L’assessore Niro (al momento senza deleghe) rimarca che per quelle che erano le ‘responsabilità’ della Regione non ci sono accuse da muovere posto che la consegna dell’edificio è avvenuta nel rispetto della tabella di marcia prevista. Ma l’opposizione consiliare, per voce di Andrea Greco, non molla la presa.

“Assessore senza deleghe ma con un gran coraggio” scrive in un post su Facebook dove ammette di averci creduto nell’apertura del polo scolastico. “L'assessore Vincenzo Niro aveva promesso che l'8 gennaio la scuola sarebbe stata inaugurata. Bene. Ieri, il 9 gennaio la scuola è stata inaugurata, ma c'è un piccolo dettaglio: non è completa, mancano i certificati e naturalmente non ci sono alunni. Mi chiedo qual è la ragione che spinge un assessore regionale a mentire ai cittadini inaugurando una scuola ancora incompleta, per di più con la complicità del Sindaco di Agnone, cosa realmente grave. Ma, come se non bastasse, non contento della presa per il naso agli agnonesi, Niro pensa bene di sfidare anche Striscia la Notizia, realizzando così un capolavoro di auto umiliazione politica con pochi precedenti”.

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale

 

 

Privacy Policy