Isernia, Pitisci replica a CasaPound: alloggi comunali, per gli stranieri né agevolazioni né discriminazioni

Isernia, Pitisci replica a CasaPound: alloggi comunali, per gli stranieri né agevolazioni né discriminazioni

Valutazione attuale: 1 / 5

Stella attivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Il presidente della Commissione competente, in seno alla quale il consigliere Francesca Bruno ha espresso voto contrario, puntualizza che l’adozione del nuovo regolamento è avvenuta nel rispetto delle leggi regionali senza alcuna ‘corsia preferenziale’ ma prevedendo identici diritti per tutti i residenti, siano essi nati in Italia o all’estero


ISERNIA. La posizione del consigliere di CasaPound, circa il nuovo regolamento per gli alloggi comunali, ha suscitato la replica del Presidente della Commissione competente, in seno alla quale Francesca Bruno ha espresso voto contrario.

“La Quarta Commissione, ad eccezione della collega Bruno, ha operato in sintonia di intenti – precisa il presidente Rossella Pitisci – e ha licenziato il nuovo regolamento pressoché alla unanimità, con un solo voto contrario. Assieme agli altri commissari (Francesca Bruno, Irma Barbato, Vittoria Succi, Rita Formichelli, Giovancarmine Mancini, Rita Papili e Maria Cocozza), abbiamo lavorato con impegno e in modo proficuo su un regolamento preesistente.

Lo abbiamo migliorato – ha chiarito la presidente della IV Commissione –, prevedendo anche per gli stranieri specifici requisiti per l’accesso alle graduatorie, in modo da evitare ingiustificate agevolazioni o discriminazioni.

Tutto ciò – ha concluso – è avvenuto nel rispetto delle disposizioni legislative regionali, che non ammettono ‘corsie preferenziali’ ma garantiscono medesimi diritti ai residenti, siano essi nati in Italia o all’estero”.

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale

Privacy Policy