Ci risiamo, Molise di nuovo declassato: finisce nelle regioni ‘meno sviluppate’ d’Italia

Valutazione attuale: 4 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella inattiva
 

Lo ha comunicato Paolo Sestito, di Bankitalia, nell’audizione di oggi alle Commissioni Bilancio e Politiche dell’Unione europea della Camera dei Deputati



CAMPOBASSO. La doccia fredda è arrivata oggi, durante l’audizione di Paolo Sestito, capo del Servizio struttura economica della Banca d'Italia: il Molise è stato declassato. Insieme alla Sardegna è passato dalla categoria delle ‘regioni in transizione’ alla categoria delle ‘regioni meno sviluppate’ d'Italia. Peggioramento economico anche per Umbria e Marche, che passano da ‘regioni più sviluppate’ a ‘regioni in transizione'.

Come ha spiegato Sestito il peggioramento della condizione economica del Molise, (Sardegna e Umbria condividono la stessa situazione) deriva da una performance economica inferiore rispetto alla media europea.

Il rappresentante di Bankitalia ha ricordato che l'Italia, nel campo delle politiche di coesione, si "caratterizza per un notevole ritardo, tradizionalmente nella capacità di spesa dei propri fondi e quindi scarsa velocità di realizzazione degli interventi e questo va anche spesso a discapito della qualità dei progetti".

“Nel passato - ha proseguito - si è affrontato questo problema al termine dei settennati con progetti sponda facilmente inseribili, ma se questo salva tempistica e fondi, non sempre riesce a salvare la qualità dei progetti".

Notizia negativa, che si accompagna alla notizia positiva dell’aumento dei fondi comunitari a disposizione dell’Italia del periodo 2021-2027: in totale 38,6 miliardi di euro, il 6% in più rispetto al periodo precedente. Finanziamenti aggiuntivi di cui potranno beneficiare tutte le regioni. Anche il Molise.

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale

Change privacy settings