‘Il Grande fratello’ è arrivato a Campobasso: da oggi telecamere attive in tutta la città

‘Il Grande fratello’ è arrivato a Campobasso: da oggi telecamere attive in tutta la città

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Sono 120, dei 140 previsti per il capoluogo, gli impianti già operativi. Obiettivo del progetto è garantire la sicurezza, prevenendo la commissione di reati. E individuando, quando questi avvengono, con più facilità i responsabili



CAMPOBASSO. Gli occhi del ‘Grande fratello’ sulla città di Campobasso. Da oggi 120 telecamere vigileranno per garantire la sicurezza nel capoluogo regionale. Impianti già in funzione da questa mattina, nell'ambito del Patto per la sicurezza, voluto dal Ministero dell'Interno con l'obiettivo di prevenire la commissione di reati, da quelli legati alla droga, ai furti negli appartamenti, alle rapine. E individuare più facilmente i responsabili, girando i frame alle forze dell’ordine, quando questi vengono commessi.

Progetto illustrato oggi in una conferenza stampa al Comando della Polizia municipale di via Toscana, dov’è stata allestita la sala operativa, con i vigili urbani incaricati di analizzare le immagini e rilevare eventuali anomalie. Presenti il sindaco Antonio Battista e l’assessore alla mobilità Francesco de Bernardo, con la posizione della Regione, che ha finanziato il progetto, rappresentata dal sottosegretario Quintino Pallante.

Un progetto complessivo di 2 milioni e 500mila euro, per la videosorveglianza in tutti i comuni del Molise al di sopra del 5mila abitanti, con la quota investita per Campobasso pari a oltre 500mila euro, per 140 telecamere. Venti impianti, infatti, ancora non sono operativi, per problemi tecnici (legati alla localizzazione o all'energia elettrica) che palazzo San Giorgio conta di risolvere al più presto.

“Tutte le zone della città sono coperte, dal borgo antico al centro, dai quartieri alle periferie, agli ingressi a Campobasso - ha chiarito l’assessore De Bernardo – la localizzazione è stata individuata dalla Prefettura, con le forze dell’ordine, in una riunione tecnica. Da oggi siamo presenti sul territorio e questo ai cittadini non può fare che piacere. Solo chi ha interessi non leciti non è d’accordo sulle telecamere”.

“Il nostro obiettivo non è rilevare le infrazioni al Codice della strada o leggere le targhe, ma garantire la sicurezza – ha rimarcato il sindaco Battista – certo poi se vengono rilevate infrazioni evidenti queste vengono segnalate. E’ successo proprio questa mattina, quando è stata individuata un’auto parcheggiata sulle strisce pedonali. Immagine che abbiamo visto tutti e che è stata segnalata”.

Le immagini resteranno disponibili per sette giorni, prima di essere cancellate. Sempre con il coordinamento della Polizia locale e nel rispetto delle normative sulla privacy, come previsto dal Regolamento approvato dal Consiglio comunale. 

Carmen Sepede

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale

Privacy Policy