Isernia, contratto di sviluppo e difesa della sanità: torna a riunirsi il Consiglio provinciale

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

L’assise è stata convocata per domani 21 maggio. In Aula saranno fatti voti per l’intitolazione del museo Paleolitico alla memoria di Mimmo Pellegrino


ISERNIA. Contratto di sviluppo, ma anche difesa della sanità. Sono diverse le tematiche al centro della nuova riunione del Consiglio provinciale di Isernia, in programma domani 21 maggio. Il presidente dell’ente Lorenzo Coia ha posto all’ordine del giorno le comunicazioni relative all’attuazione del Contratto di sviluppo, alla luce del summit in programma mercoledì 22 maggio a Palazzo Chigi. 

“Si terrà – ha ricordato Coia il Tavolo Istituzionale Permanente per l’elaborazione delle strategie utili alla attuazione del programma straordinario di valorizzazione e sviluppo della Regione Molise nel quadro del Contratto istituzionale di sviluppo del Molise.

Al tavolo sono stati invitati i rappresentanti di 9 Ministeri interessati, i due presidenti di Provincia, i due sindaci dei Comuni capoluogo, il presidente della Regione Molise e i prefetti di Campobasso ed Isernia. Al tavolo è inoltre prevista la partecipazione di Invitalia quale soggetto attuatore del Cis Molise e, su richiesta delle parti, quale Centrale di committenza. A seguito dei due incontri con il presidente Conte tenutisi nei mesi scorsi, le forze sociali e imprenditoriali, le Autonomie locali e funzionali, hanno presentato 252 progetti di sviluppo che saranno oggetto della validazione del Tavolo Istituzionale Permanente che, in prima battuta, ha avuto una dotazione finanziaria di 220 milioni di euro”.

E sempre nel corso della seduta di domani verrà approvato un ordine del giorno sul paventato ridimensionamento dei presidi ospedalieri della provincia, partendo dal Centro di Senologia, alle ipotesi di razionalizzazione dei presidi di Agnone e Venafro .

Infine, durante la riunione del Consiglio, convocato per la proposta di Rendiconto 2018, saranno fatti voti per l’intitolazione del Museo Paleolitico alla memoria dell’ex presidente dell’ente Mimmo Pellegrino, per il Viadotto Verrino al senatore Remo Sammartino e per la concessione della medaglia d’oro al merito civile ai ‘martiri di Fornelli’.

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale 

 

Change privacy settings